18 marzo 2009, la Reggia di Caserta

Per prima cosa, attenendomi alla festività del giorno, voglio dedicare i miei auguri a tutti i papà…

..Fatti gli auguri, adesso parlo della mia bella giornata di ieri. Ieri, 18 marzo 2009 sono andato, in compagnia di Lea, Stefy e Vale, per la prima volta alla reggia di Caserta. Quest’esperienza mi ha acculturato, rilassato e divertito. E’ stata la prima volta che ho visitato questo edificio entrato nella lista, nel 1997, dei 43 beni dell’umanità situati in Italia. Fino a ieri mattina conoscevo la reggia solo sui libri ma finalmente ho avuto modo di conoscerla anche da vicino.
L’architettura è maestosa, le decorazioni stupende, il giardino enorme e rilassante.
Non riesco a descrivere al 100% quello che ho visto perchè non so descrivere così bene la bellezza, quindi tra poco inserirò le foto.
Dalle 12:30 circa che siamo arrivati a Caserta, alla fermata metropolitana di Piedimonte matese, siamo ripartiti alle 18:50 e, io, sono tornato a casa alle 21:00.. ed in queste ore ce simme accis’. Ho ancora dolori alle gambe per quanto ho camminato, e non me ne sono reso conto dello sforzo forse perchè l’attenzione e la bellezza che mi circondava mi distraevano.
Ho fatto un casino di (295), delle quali vedrò di inserire le più "significative" sfoltendo un pò il numero.
Valerio si è esibito con clave e diablo nel giardino della reggia, e m’è piaciut assaje. Dopo la magnata abbiamo preso la navetta che c’ha portato in cima, all’altezza della cascata, ed anche lì ho iniziato a fotografare tutto partendo dalle statue di Atteone e Diana fino a scendere giù all’ultima vasca.
Purtroppo non sono riuscito ne ha visitare il giardino inglese, perchè l’hanno chiuso appena siamo arrivati, ne ha comprarmi un regalino, perchè avevano già chiuso il negozio quando siamo tornati, e per questo di sicuro vi tornerò.
Dopo le belle sculture siamo passati al laghetto, ed anche lì ho pariato in compagnia di papere, anatra, oca e cigno reale (quest’ultimo tenev’ ‘na cazzimm’ ‘e pazz’).
Siamo stati talmente tanto sul laghetto, il quale è isolato dal resto del giardino, che quando siamo ritornati sul viale principale ci siamo accorti che eravamo gli ULTIMI ad essere rimasti nel giardino, e forse nella reggia.
Dopo la bella camminata (mi sa che minimo un chilometro a piedi l’ho fatto, ma MINIMO) siamo ritornati alla stazione adiacente alla piazza Carlo III° , sulla quale si affaccia la Reggia.
Nel treno io mi stavo abbattendo dal sonno.
Dopo aver preso metropolitana da Caserta a piazza Garibaldi, metropolitana da piazza Garibaldi a Montesanto, circumflegrea da Montesanto a Licola e una volta lì m’è venut a piglià mammà, sono arrivato finalmente a casa.
Anche se tengo ancora dolori, posso dì ch’è stat‘ BELL BELL BELL

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in io e amici. Contrassegna il permalink.

Una risposta a 18 marzo 2009, la Reggia di Caserta

  1. L ha detto:

    Arkiiii mi sono divertita un casino con tutti voi!! bell bell veramente!!!mi dispiace solo che Chà non è potuta essere dei nostri ma questo è 1 altro motivo per il quale ritorneremo alla reggia, magari per il periodo più primaverile o estivo, così ce skiattam a pijà l\’aria freska assieme le papere X°DComunque anche a me è piaciuto molto, perchè anche se è la 2 volta che ci sono andata, questa volta ho potuto vederla mooolto meglio e hanno aperto anche stanze che prima erano chiuse ^^Sicuramente si deve rifare, troppo bello!! XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...