Dacia Valent e gli “italiani di *****, italiani bastardi”

Nel suo blog,http://www.verbavalent.com/ , Dacia Valent, somala, ex poliziotta ed ex deputata del Partito Comunista Italiano e di Rifondazione Comunista, si è rivolta gli italiani in questi termini:
 
 
Italiani di *****, Italiani bastardi
(Inserito da Dacia Valent il Mer, 2008-10-01 13:24)

Voi non riuscite nemmeno a immaginare quanto sia difficile per me scrivere, tentando di non ferire le vostre povere sensibilità di piccoli bianchi, totalmente ignoranti del loro passato di carnefici di neri, ebrei e musulmani.
Non conoscete nulla di quello che avete nel vostro DNA storico, vi riempite la bocca di ebrei solo per salvarvi la coscienza, raccontando di come gente tipo Perlasca – un fascista di ***** che dovrebbe morire mille volte solo per essere stato fascista ed aver sostenuto fossanche per un solo minuto quel regime – ne ha salvato alcuni.

Siete un popolo senza futuro perché siete un popolo senza memoria.

Me ne ***** degli italiani brava gente. Anzi, mi correggo, me ne ***** degli italiani bianchi e cristiani, naturalmente brava gente.

Non lo siete.

Siete ignoranti, stupidi, pavidi, vigliacchi.

Siete il peggio che la razza bianca abbia mai prodotto.

Brutti come la fame, privi di capacità e di ingegno se non nel business della malavita organizzata e nella volontà delle vostre donne (studentesse, casalinghe, madri di famiglie) di prostituirsi e di prostituire le proprie figlie.

Anche quando dimostrate un barlume di intelligenza, questa si perde nei rivoli del guadagno facile e del tirare a fregare chi sta peggio di voi.

Nessuna delle vostre battaglie ha un senso per altri se prima non produce un tornaconto per voi stessi.

Dalla politica alla religione, dal sociale alla cultura, siete delle nullità.

Capaci di raccogliere firme e manifestare, salvo poi smentire con ogni vostro atto quotidiano quello che a grande voce dichiarate pubblicamente. Andate a marciare da soli, che marci siete e marci rimarrete e non vi voglio profumare.

Non avete una classe media, siete una penosa e noiosa classe mediocre, incivile e selvaggia. I giornali più venduti sono quelli che trattano di gossip e i programmi televisivi più gettonati – al fine di vendere le proprie figlie come bestiame, come le vacche che sono destinate inevitabilmente a diventare, vista la vostra genia – sono i reality.

Avete acclamato qualsiasi dittatore e sottoscritto qualsiasi strage, salvo poi dimenticarvene ed assurgere come vittime di un élite. Non avete un’élite, *******, fatevene una ragione: i vostri deputati e senatori sono delle ***** tali e quali a voi, i vostri capitani d’azienda sono dei progetti andati a male dei centri di collocamento, ma che o avevano buoni rapporti famigliari o il **** l’hanno dato meglio di voi.

Non solo quelli al governo (o che fanno capo all’area governativa), anche e soprattutto quelli che fanno capo all’opposizione.

Da quelli oggi al governo non ci aspettiamo nulla se non quello che da anni ci danno: razzismo, esclusione, spedizioni punitive, insulti ed umiliazioni.

Ma da quelli all’opposizione, quelli che si sono arricchiti con anni di Arci, Opere Nomadi, Sindacati Confederali, e sempre sulla nostra pelle, facendoci perdere diritti che ormai davamo per acquisiti, ci aspettiamo che si facciano da parte.

Sono ormai troppi anni che deleghiamo le nostre lotte a persone che in teoria dovrebbero averle fatte proprie, dimenticandoci l’infima qualità dell’italiano pseudobianco e pseudocristiano: non vale un ***** perché non ha valori che valgano.

Un popolo di mafiosi, camorristi, ignoranti bastardi senza un futuro perché non lo meritano: che possano i loro figli morire nelle culle o non essere mai partoriti.

Questo mondo non ha bisogno di schiavi dentro come lo siete voi, feccia umana, non ha bisogno di persone che si inginocchiano a dei che sia chiamano potere e denaro e nemmeno di chi della solidarietà ha fatto business.

Ha bisogno di altro, che voi non avete e quindi siete inutili.

Dite che non è così?

Ditelo ai Rom perseguitati in tutta Italia, ditelo ad Abdoul, ditelo ai 6 di Castelvoturno, ditelo a Emmanuel, ditelo ai gay massacrati da solerti cristiani eterosessuali.

Ditelo a mio fratello, bastardi.

Ditelo alle decine di persone vere, non zecche e pulci come voi, che non denunciano perché sanno che se vanno dalla vostra polizia bastarda e assassina li umilieranno e magari li picchieranno di più e forse li uccideranno come l’Aldro [ammazzato come un cane perché pensavano fosse un extracomunitario], e se sono donne le violenteranno, e non avranno nessuno a cui rivolgersi per essere difesi.

Ditelo a quelli che rinchiudete per mesi nei vostri campi di concentramento senza alcun genere di condanna, solo per gonfiare le casse di qualche associazione che finanzierà un qualche partito, generalmente di sinistra, ditelo a quelli che lavorano per i vostri partiti e sindacati da lustri senza avere un contratto ma in nero, ditelo a quelli che si sono fidati di voi per anni, ditelo a quelli che raccolgono l’ultimo respiro di quei maiali dei vostri vecchi, e a quelli che si sfilano dalle fighe delle nostre ragazze per infilarsi in quelle larghe e flaccide delle vostre donnacce, ditelo ai nostri ragazzi che vincono medaglie e che saranno il futuro di questo paese, ditecelo, figli di *******.

Ditelo col cappello in mano, e gli occhi bassi, cani bastardi. Ma sappiate che la risposta ve l’hanno già data a Castevolturno: Italiani bastardi, Italiani di *****. Io ci aggiungo bianchi, perché il discrimine è questo. Valete poco perché avete poco da dire e nulla da dare.

Dacia Valent

 
Ora, dico io, perchè non ritorna nel paese della madre, la Somalia? Forse perchè non vuole accettare che è per via dei "bastardi di merda" che ha avuto un pò di progresso accellerato nel suo paese? Non mi venga a dire "voi ci avete dato progresso ma ci avete sottomessi" altrimenti dovrebbero essere nominati tutti i popoli colonizzatori della Terra, prima tra tutti la Gran Bretagna. Dopo questo "sfogo" può anche andarsene all’estero, tanto è arrivata al suo scopo ormai: voleva vendicarsi della morte del fratello, ha fatto di tutto per arrivare ad un’altezza "pubblica" per poter parlare, e per farlo ha accettato l’amicizia di noi "bastardi" (quindi è ipocrita) e, una volta arrivata dove voleva, ha scaricato tutti i suoi veri pensieri e le sue vere considerazioni nei confronti di chi non l’ha votata, di chi l’ha votata, di chi l’ha aiutata, di chi non l’ha aiutata, nei confronti di tutti, arrivando ad "assimilare" gli aggettivi che ci ha dato, aggiungendosene altri due: ipocrita e falsa. E adesso mi venga a "dire che non è così"
Le parole di questa persona sono state dette da tutti i paesi sottomessi: sono state dette da noi nei confronti degli americani quando eravamo emigranti all’inizio del ‘900, sono state dette dagli indiani nei confronti degli inglesi, dagli africani nei confronti degli americani, dagli aztechi nei confronti degli spagnoli, dai galli nei confronti dei romani, dai romani nei confronti dei barbari.. Cosa vorrebbe questa donna? Cambiare la storia? Vorrebbe lei, dopo 2000 anni di storia di sottomissioni, cambiarla in una sol colpo? Noi veramente siamo stupidi e non abbiamo stima di noi stessi… perchè noi non siamo abituati ad amare l’Italia, perchè se queste parole venivano dette nei confronti di qualche altro Paese, tipo la Gran Bretagna o gli USA, adesso gia era stata condannada a morte per vilipendio alla Patria.. invece noi no, noi, sopratutto i deputati di sinistra (che vengono pagati con la stessa cifra dei deputati di destra) le dicono "hai ragione" e spenderebbero milioni per farle dire queste cose il più possibile… perchè la sinistra darebbe anche il cu*o pur di farsi votare, sarebbe capace di accettare un’invasione marziana pur di salire al governo. Mha? Io sto parlando e sono consapevole che queste parole rimarranno solo tali… Però mi permetto di dire alla signora Dacia Valent che le sei persone di colore di Castelvolturno (anche se ha dimenticato di nominare il "7°", cioè l’italiano ch’è stato ucciso insieme ai sei) sono state uccise dai "casalesi" (‘a munnezz r”a munnezz d’a gent’) perchè vendevano la droga senza dare "contribuo" alla camorra, ed io lo so perchè io quelle persone le ho viste, dato che stavano a 10 minuti di auto da dove abito io, ad Ischitella, dove ormai non c’è un bianco. Me li ricordo vicino alla macchina piena di vestiti appesi, a cofano spalancato, per usare la copertura di "venditori di vestiti" per vendere la droga, che veniva venduta a neri e bianchi (cazz’ sui soldi non le fa le prediche; quando entrano non c’è differenza se sono da parte di "neri", dei "gialli" o dei "bianchi"). E me lo ricordo io che casino fecero sullo stradone di Castelvolturno, a lanciare pietre per manifestare, hanno sdradicato piante, rovesciato cassonetti, rotto vetri alle macchine che passavano e cercavano di tornare indietro. Poi le critiche ai cristiani.. Se vuole la porto a fare un giro tra le 30 organizzazioni ecclesiastiche che hanno organizzato centri d’accoglienza per immigrati di qualsiasi colore, la caritas (nella quale ho fatto volontariato anche io) dove venivano tutti gli immigrati, ai quali davo centinaia di vestiti, e poi li vedevo con gli stessi vestiti addosso.. ai rom ho dato decine di scatole di sapone, che non usavano mai, perchè premono sul fare pietà al prossimo per poterlo fottere, e quando gli chiedevo "Perchè non usate il sapone che vi do?" non mi rispondevano e scappavano via… E questo succede al Sud come al Nord, basta ricordare la rivolta dei cinesi a Milano, oppure la strada di Roma dove sorge Casa Pound, la quale è cinese.
A questo punto spero che queste parole scritte da Dacia Valent si propagandino, così gli immigrati non vengono più, e se vengono e si lamentano anche loro, possiamo dire "ma siete stati avvertiti…". L’Italia non può sostenere gli immigrati e le altre culture, ma non perchè è una razzista di merda come i Leghisti, i quali schifano tutti (anche meridionali che hanno lavorato nelle loro fabbriche, dagli inizi del ‘900, e lì hanno fatti crescere economicamente), ma perchè l’Italia deve ritrovare prima se stessa. Il popolo italiano deve prima ritrovare l’amore per se stesso, per la propria Patria, ma quello vero però, non quello schioso di quando vince una ca**o di partita di calcio di me**a, che non serve a niente se non a quello di farci diventare razzisti con altre Nazioni e stesso tra le nostre città e le nostre Regioni. L’Italia non è stata ancora abituata ad essere unita.. E come potrebbe essere abituata a farlo se ci sono partiti anticostituzionali e anti.italiani, come la Lega, oppure se c’è la mafia sovvenzionata dal nord, se diamo più importanza ad una puntata di "Amici" che ad un telegiornale. In un certo senzo la Valent ha ragione, ma è una ragione obbligata, perchè il popolo italiano non c’è diventato spontaneamente così, è stato obbligato da pochi italiani bastardi che l’hanno "imbastardita" tutta l’Italia, da persone vecchie che stanno progettando un futuro che andrà bene finchè loro vivranno, non finchè vivrà il popolo italiano, perchè parliamo francamente: Berlusconi ha 73 anni, Prodi ne ha 69, Bertinotti 68, Veltroni 53, Bossi 67, Fini 56, Casini 53, Fassino 59… e io ne ho 20, cosa vedranno del mio futuro questi signori? Poco o niente, quindi non gli preme se il mio futuro andrà male, perchè non ci saranno più oppure saranno talmente vecchi che se ne fregeranno di quello che succederà dando semplicemente la colpa a chi ci sarà al governo in quel momento. Se invece i politici si aggiravano attorno i 40 anni (non perchè è dedicato a Lui il Forum, ma Mussolini aveva 39 anni quando salì al Governo mentre Facta ne aveva 61) credo che si darebbero un minimo d’impegno per vedere di aggiustare un pò le cose seriamente per un futuro che sarà anche il loro. Ma tanto siamo in Italia… Valent può solo parlare e buttare fango sul popolo che l’ha ospitata e la sta ospitando e ch’è al 50% il suo popolo (grazie al padre italiano), ma non ha parlato degli eventuali punti sfavorevoli del popolo somalo, quindi, so ch’e quel che sto per dire sarà un pò stupido ma, a mio parere, è come la maggior parte dei seguaci politici di sinistra: vogliono dire ma non vogliono che si sappia quello che hanno sotto.
 
ps: ho dimenticato una piccola cosetta: la Somalia nel 1960 ha raggiunto definitivamente l’indipendenza dall’Italia, quindi dai "bastardi fascisti" ma, dal 1969 al 1991, è stata soggetta alla dittatura socialista di Siad Barre, quindi roma i coglioni anche stesso al suo popolo.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...