omaggio a Nunzio Gallo

Nunzio Gallo

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Nunzio Gallo (Napoli25 marzo 1928 – Telese Terme22 febbraio 2008) è stato un cantante e attore italiano.

Biografia

Nasce a Napoli il 25 marzo 1928, ma viene dichiarato dai genitori il giorno successivo
e festeggia sempre il suo compleanno in quest’ultima data.

Dotato di una bella voce
baritonale
duttile e potente, inizia la carriera come cantante
lirico
per necessità, studiando al Conservatorio di Napoli sotto la guida del tenore Nunzio Bari e del maestro Mario Campanino e debutta a
soli 17 anni nel 1945
al Teatro delle Palme di Napoli in uno spettacolo
organizzato dallo Special Service. Il successo è tale che decide di continuare
su questa strada e vince, nel 1948, un concorso di musica
leggera
al quale si classifica al secondo posto, riuscendo ad entrare alla RAI.

Nel 1956 vince la
sua prima Canzonissima con la canzone Mamma e l’anno successivo vince
anche il Festival di Sanremo con Corde
delle mia chitarra
in coppia con Claudio
Villa
. Con la stessa canzone partecipa alla seconda edizione dell’Eurofestival
( a Francoforte ) piazzandosi al sesto posto e nel 1961 ottiene un grande
successo vendendo un milione di dischi
con la canzone Sedici anni.

Sempre a Sanremo,
nel 1962, giunge in
finale al Festival cantando in coppia con Rocco
Montana
un brano di Mascheroni e Testoni, Inventiamo la
vita
.

Nel 1958 vince il
Festival di Napoli con Vurria in coppia
con Aurelio
Fierro
e vi partecipa in altre numerose edizioni, fino all’ultima, del 1970.

Partecipa anche ad una trentina di film, tra i quali si
ricorda Il Mammasantissima di Alfonso
Brescia
(1979),
con Mario
Merola
e Ciro Giorgio.

Gallo è stato sposato con Bianca Maria Varriale
dalla quale ha avuto quattro figli: Massimiliano e Gianfranco
(anche loro cantanti ed attori), Loredana e Gerry.

La notte del 23
settembre
2007,
colpito da una grave emorragia cerebrale, viene ricoverato in
condizioni drammatiche presso la rianimazione
dell’ospedale
San Giovanni
Bosco
di Napoli e sottoposto ad un delicato e difficile intervento.
Successivamente, la mattina del 2 gennaio 2008,
a causa di un apparentemente lieve miglioramento delle
sue condizioni, viene trasferito presso un centro di riabilitazione a Telese
Terme (Benevento),
dove, nonostante le cure specializzate, si spegne la notte del 22 febbraio, un mese prima di compiere
80 anni.

Tra i suoi altri grandi successi, si ricordano: Anema nera, E
spingole frangese
, Sciudezza bella, Serenatona, O paese
d’o sole
, Te sì scurdato ‘e Napule, Priggiuniero ‘e guerra, Oilì
oilà
, Sora mia!, Tarantelluccia, Carcere, Chella
d’e rrose
, Povero guappo, Sedici anni, A vucchella, La
ballata del clown
, L’ultimo pezzo di terra, Anna Maria, Catarì
e
Voglio te.

—————————————————

Si è spento ieri a Telese (BN). Aveva 79 anni

E’ morto Nunzio Gallo, voce di Napoli


Napoli. Nunzio Gallo, uno dei
grandi protagonisti della musica napoletana, vincitore del Festival di
Sanremo nel 1957 con Claudio Villa con la canzone "Corde della mia
chitarra", è morto ieri a Telese (Benevento) in una clinica
specializzata in riabilitazione. Avrebbe compiuto 80 anni il prossimo
28 marzo. Nel settembre scorso, il cantante era stato colpito da una
emoraggia cerebrale, a cui era seguito un delicatissimo intervento.
Gallo è stato uno dei massimi interpreti della melodia
napoletana.Nunzio Gallo, che iniziò la carriera come cantante lirico,
si dedicò inizialmente alla musica per necessità ma il successo fu tale
che decise di continuare su questa strada. Vinse Canzonissima nel 1956,
e dopo la vittoria a Sanremo conquistò anche il Festiva di Napoli nel
1958 con la canzone "Vurria", interpretata in coppia con Aurelio
Fierro. Tra i suoi successi figurano "Catarì", "Mamma", "Sedici anni",
"Anema nera", "E spingole frangese", "Sciudezza bella", "Serenatona",
"O paese d’o sole", "Te si’ scurdato ‘e Napule", "Priggiuniero ‘e
guerra", "Oili’ oila’, Sora mia!", "Tarantelluccia", "Carcere", "Chella
d’e rrose", "Povero guappo", "Anna Maria" e "Voglio te". Gallo è stato
attore di una trentina di film, tra cui molti musicali degli anni
Cinquanta, come "Tarantella napoletana", "Non cantare, baciami", "Non
sono più guaglione", "Arriva la banda" e "Malafemmina". Dotato di una
bella voce baritonale, il giovanissimo Nunzio Gallo studiò canto lirico
al Conservatorio di Napoli con il tenore Nunzio Bari e musica con il
maestro Mario Campanino. Debuttò a soli 17 anni nel 1945 al Teatro
delle Palme di Napoli in uno spettacolo organizzato dallo Special
Service delle truppe inglesi, per poi vincere, nel 1948, un concorso di
musica leggera, riuscendo ad entrare alla Rai.Nel 1956 Gallo vinse la
prima "Canzonissima" con la canzone "Mamma" e l’anno successivo vinse
anche il Festival di Sanremo con "Corde delle mia chitarra" in coppia
con Claudio Villa. Con la stessa canzone partecipò alla seconda
edizione dell’Eurofestival piazzandosi al sesto posto e nel 1961
ottenne un grande successo vendendo un milione di dischi con la canzone
"Sedici anni". Sempre a Sanremo, nel 1962, giunse in finale al Festival
cantando in coppia con Rocco Montana un brano di Mascheroni e Testoni,
"Inventiamo la vita". Nel 1958 vinse il Festival di Napoli con "Vurria"
in coppia con Aurelio Fierro e vi partecipò in altre numerose edizioni,
fino all’ultima, del 1970.Nunzio Gallo ha anche partecipato a molti
film, tra i quali "Il Mammasantissima" (1979) di Alfonso Brescia con
Mario Merola e Ciro Giorgio, "Così parlò Bellavista" (1984) di Luciano
De Crescenzo e "Desiderio" (1984), dove recitò al fianco di Fanny
Ardant e Isa Danieli. Sul grande schermo è apparso anche in "Lo
scugnizzo", "L’ultimo guappo", "Il figlioccio del padrino", "Il
motorino" e "I contrabbandieri di Santa Lucia". Gallo ha avuto quattro
figli: Massimiliano e Gianfranco (anche loro cantanti ed attori),
Loredana e Gerry.(da http://www.estense.com/?module=displaystory&story_id=32345&format=html )




Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...