“munnezza”…

ITALIANIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!

Popolo Napoletano, popolo
Meridionale, popolo Settentrionale, Popolo Italiano! Vi chiedo un minuto di
attenzione.

Questo è il primo “articolo” che scrivo del 2008. Questo
2008 è iniziato un po’ come tutti gli anni: 1 morto e 473 vittime, una ragazza
uccisa dal convivente in Calabria, 2 morti, a Napoli e in Calabria, per
proiettili vaganti sparati al posto dei fuochi artificiali che già sono
pericolosi di loro… Cambiano gli anni ma l’Italia rimane sempre la stessa Un
Paese dove il 15 dicembre 2007 è stato arrestato il super-boss latitante della
Camorra, a Napoli, Edoardo Contini, e Mastella ha detto “eliminato un
farabutto”, lui che ha fatto da testimone di nozze al mafioso Francesco
Campanella, colui che ha aiutato nella sua latitanza l’ex “boss dei boss”  Bernardo Provengano. E quest’uomo è Ministro
della Giustizia! DELLA GIUSTIZIA! Mastella è il Ministro della Giustizia in un
Paese nel quale 160 mila commercianti pagano il pizzo di cui, 132 mila, in
Sicilia, Campania, Puglia e Calabria. Ma il problema che sto vivendo da vicino,
oltre alla Camorra, alla malavita e all’ignoranza che mi circonda nel mio
Paese, nella mia città, che si sta evidenziando a livello Nazionale è il grave
caso della spazzatura. Ormai il 2 gennaio 2008 sono stati registrati 100
incendi ai cassonetti, con altrettanti 100 interventi dei pompieri. Questo
fenomeno si sta sviluppando più in Provincia che in città. Ed è proprio la Provincia che è nella
rete della disperazione. Il 30 maggio 2007 fu detto che l’emergenza rifiuti nel
napoletano era sotto controllo con SOLO 200 tonnellate di rifiuti e SOLO 15
incendi dolosi… Oggi non si capisce più niente… A Pianura, nella Provincia di
Napoli, c’è stato l’assalto del commissariato da parte di alcune decine di
persone, a volto coperto, di queste una arrestata, che hanno lanciato sassate.
E’ stata bloccata la linea ferroviaria della Circumflegrea, che permette il
collegamento dai paesi della Provincia a Napoli. La settimana scorsa il treno
partiva da Licola (punto di partenza della linea) è arrivava a Quarto, quarta
fermata delle dodici fermate previste per arrivare a Napoli. Chi parte da
Licola può arrivare solo a Quarto e poi tornare indietro e, se mi permettete un
piccolo stralcio d’informazione personale, io, che domani, lunedì 7 gennaio,
inizio i corsi all’Università a Napoli, se non finisce questo casino non so
come arrivare in Facoltà. E’ stato incendiato un autobus, è stata bloccata la
linea di trasporto su ferro, sono stati incendiati cassonetti.. Nell’aria c’è
puzza di guerra civile oltre che di diossine causate dagli incendi, e quello
che ci va sotto, a mi incazzo anche un bel po’ per questo, è la reputazione del
popolo napoletano e Campano, non sapendo però, chi giudica e disprezza da
lontano, che noi napoletani creiamo la spazzatura come tutta l’Italia, sono i
“comandanti” della Regione che devono essere fucilati! FUCILATI! E allora voi
che osservate da fuori direste “e perché lì rileggete sempre?” e la risposta ve
la do io: perché finché ci sta la
Camorra che lì aiuta questi coglioni non se ne andranno! E
NOI NON CE LA FACCIAMO ALA CAMORRA DA
MEZZO!  E sono indignato che ogni volta
che si pensa a Napoli automaticamente si pensa al cammorista come se tutti i
napoletani sono tali.. VERGOGNATEVI! VOI CHE GIUDICATE SENZA SAPERE SIETE PIU’
DITTATORI DEI DITTATORI!

LEVARE

Ora vogliono aprire una discarica che avevano già chiuso in
precedenza, e c’è una valanga di gente che sta protestando. Sempre guerra ci
deve essere da queste parti! Porca puttana! (scusate)

Grillo giustamente ha messo in evidenza che gli inceneritori
sprigionano nanoparticelle che si infiltrano nei polmoni e creano, col passare
degli anni, dei tumori, essendo particelle di metallo, quindi non assimilabili
dal nostro organismo. Questo è tutto giusto.. però tutti quelli che parlano di
queste cose si dimenticano sempre di dire una cosa: COME SI DEVE RISOLVERE
QUESTO PROBLEMA!!?? Tutti stanno dicendo che è sbagliato, tutti stanno dicendo
che fa male ma NESSUNO dice una soluzione! NESSUNO! E così non ci avete
aiutato. Si, e vero che il mio popolo, quello napoletano, deve essere
“educato”, dobbiamo iniziare a pensare alle energie rinnovabili, al
riciclaggio, cosa che non si potrà fare finché non si eliminerà la Camorra e il suo interesse.
Si può educare, ma QUESTA spazzatura rimane, si deve eliminare. Quello che il
mio popolo vi chiede è un consiglio serio su come ci dobbiamo comportare.
QUINDI mi faccio per un momento ambasciatore del popolo napoletano: Io chiedo a
voi popolo italiano, indifferentemente da età, sesso, città e Regione natale,
idea politica, cosa proponete? Cosa possiamo fare? Perché ricordate che il
popolo italiano è uno solo e i suoi problemi sono di tutta l’Italia! ITALIANI!
Non voglio fare il “figlio della Chiesa” ma vi chiedo di aiutare i vostri
fratelli italiani. SI, ammettiamo che siamo un popolo svogliato, siamo un
figlio svogliato d’Italia, ma solo perché non è mai stato capito abbastanza.
Quindi vi chiediamo apertamente AIUTO.

 

Distinti saluti a tutti Voi

 

ARCHI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...